Patto di Corresponsabilità Educativa

 

Vista la normativa vigente e il regolamento di istituto, la scuola e la famiglia stipulano il seguente patto educativo di corresponsabilità.

la scuola si impegna a:

–         adottare un comportamento improntato al rispetto degli alunni e delle loro famiglie;

–         fornire una formazione culturale qualificata, aperta alla pluralità di idee e che valorizzi l’identità di ciascuno;

–         rispettare i ritmi e i tempi di apprendimento di ciascun studente e attivare iniziative sia per il recupero di situazioni di difficoltà, che per la  valorizzazione delle eccellenze;

–         promuovere iniziative di accoglienza e di integrazione degli studenti stranieri, nel rispetto della cultura dei paesi di provenienza;

–         informare le famiglie sulla programmazione delle attività didattiche, sul comportamento e il rendimento dello studente;

–         garantire forme di valutazione tempestive e trasparenti al fine di promuovere la cultura dell’autovalutazione;

–         applicare le sanzioni disciplinari previste dal regolamento d’istituto sottolineando sempre il valore formativo delle sanzioni stesse.

la famiglia si impegna a:

–         garantire la frequenza regolare, il rispetto degli orari e delle regole;

–         controllare che i compiti assegnati siano stati eseguiti in modo completo e ordinato;

–         verificare che l’alunno disponga del materiale scolastico necessario;

–         adottare atteggiamenti di collaborazione con i docenti nel rispetto reciproco dei ruoli educativi;

–         visionare le comunicazioni della scuola;

–         partecipare alle riunioni collegiali e agli incontri individuali;

–         riconoscere le finalità educative di eventuali provvedimenti e sanzioni disciplinari attraverso il confronto e il dialogo costruttivo scuola-famiglia;

–         esercitare il diritto di critica nelle sedi appropriate.

lo studente si impegna a:

–         tenere nei confronti del dirigente scolastico, dei docenti, del personale ATA e dei compagni lo stesso comportamento rispettoso, anche formale, che chiede per se stesso;

–         rispettare le regole di convivenza democratica, le opinioni altrui, le diversità, evitando atteggiamenti discriminatori;

–         adottare un linguaggio corretto e un contegno rispettoso nei confronti di arredi, sussidi e locali scolastici;

–         frequentare regolarmente e assolvere i propri impegni scolastici;

–         non usare telefoni cellulari o altri dispositivi elettronici all’interno della scuola.