Studenti con Bisogni Educativi Speciali

L’espressione Bisogni Educativi Speciali (BES) fa riferimento ad una vasta area di alunni che, per una varietà di ragioni, necessitino durante il loro percorso scolastico di una “speciale attenzione”. L’acronimo è entrato nel vasto uso in Italia dopo l’emanazione della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012, seguita nel 2013 da una circolare operativa.

Recenti studi hanno stimato che circa il 24% degli alunni siano interessati da un qualche disagio scolastico. A fronte però di questo dato, si ha una percentuale di studenti certificati (per DSA o altre cause) pari solo all’1,9% (dati 2012). Ne consegue che esiste un ampio numero di studenti per i quali i docenti sono chiamati sia ad individuare la causa del disagio che a pianificare un intervento efficace. A supporto di questo delicato compito, l’istituto mette a disposizione questo spazio, dove i docenti potranno trovare informazioni e materiale; presso l’uffico di presidenza sono inoltre disponibili per la consultazione o il prestito un discreto numero di testi didattici specifici.

L’istituto ha inoltre messo a punto una serie di modelli, scaricabili dalla sezione riservata del sito, per la compilazione dei PEI e PDP. I docenti dell’Istituto che volessero accedere all’area, sono pregati di contattare l’amministratore del sito per avere nome utente e password.

Normativa sui BES

Informazioni sui Disturbi Specifici di Apprendimento

Materiale didattico

Bibliografia

Il sito dell’Associazione Italiana Dislessia

Diagnosi

Dossier del Corriere della Sera sui DSA